Chi ci ferma più? Con The Midsummer Night Show nasce a Milano un nuovo gruppo teatrale

di Eleonora Nardo

Circa un anno fa ho rincontrato per caso un amica d’infanzia. Tra le varie confidenze lei mi ha raccontato del suo neonato gruppo teatrale; la compagnia è nata del desiderio di alcuni ragazzi che facevano parte del gruppo di teatro del loro liceo di proseguire l’esperienza teatrale. Io gli ho parlato dei mie studi di scenografia, quindi lei mi ha proposto di dargli una mano per quanto riguardava le scenografie di spettacolo che stavano allestendo. In questo modo ho conosciuto “i D.R.A.M.A.S.” acronimo composto delle iniziali dei componenti del gruppo.

L’idea era di partire del testo di A Midsummer Night’s Dream di W. Shakespeare e farne una riscrittura adattando le situazioni e i personaggi agli attori. Prima di arrivare al testo finale la regista-dramaturg del gruppo a scritto e riscritto ogni battuta centinaia di volte. Ad ogni prova veniva rivisto questo o quel personaggio, inserita o tolta una situazione. Il lavoro è stato molto lungo. Ogni giorno qualcuno avanzava proposte nuove o semplicemente sbagliava la battuta creandone di nuove che venivano inserite nel testo; l’entusiasmo di tutti era tanto.

Io mi sono occupata della scenografia e dei costumi. La scenografia è stata creata passo passo assieme al testo. I costumi sono stati creati in collaborazione con gli attori, capendo come l’attore stesso sentiva e viveva il personaggio.

Questo lavoro dal mio punto di vista è stato particolarmente interessante. Normalmente mi devo misurare con testi, importantissimi certo, ma più statici e immutabili; in questo lavoro la reinterpretazione mi ha stimolato a visualizzare le cose da angolazioni diverse.

Dal punto di vista pratico le maggiori difficoltà sono nate dal budget, che era praticamente zero; dalla struttura, il teatrino di un oratorio con un impianto luci “problematico”; dalla mia inesperienza, è stata la prima scenografia pensata e realizzata interamente da me.

Utilizzando materiale di recupero, tubi di cartone, carta, vinavil, arredamenti presi in “prestito” dalle case degli attori, abiti dai mercatini dell’usato abbiamo sopperito alla carenza di fondi.

Dopo ore di studio siamo riusciti a domare un impianto luci di cui tutti ignoravano il funzionamento.

Tra varie peripezie siamo riusciti a portare in scena “The Midsummer Night Show”, spettacolo organizzato da Puck per far tornare insieme Oberon e Titania e riappacificare il mondo magico, all’interno di un bosco fatto di alberi di cartone, stelle scintillanti e una luna ammiccante si aggirano i concorrenti dello show alla ricerca dell’amore.

Il carattere amatoriale della compagnia ha consentito a tutti noi di partecipare più o meno attivamente a tutte le fasi di questo lavoro, creando delle sinergie il cui risultato finale è stato apprezzato dal pubblico.

Questa esperienza per noi è stata cosi positiva e stimolante che stiamo già lavorando al prossimo spettacolo.

Puck

Puck

Puck e Oberon

Puck e Oberon

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...