Chissà se è anche divertente NERD’s [Erica Zuliani e Sara Corbani]

“ lo studio più elevato nelle civiltà morali consiste nel riconoscere che dovremmo controllare i nostri pensieri ” C.D

  • La Malattia da reflusso gastroesofageo non erosiva – NERD (Non Erosive Reflux Disease), è caratterizzata dalla presenza dei sintomi tipici del reflusso (pirosi retrosternale, rigurgito) in assenza di danno mucoso esofageo (erosioni, ulcere) visibile all’endoscopia. Tale condizione rappresenta il 60-70% dei casi di malattia da reflusso gastroesofageo (MRGE). La presentazione clinica della NERD può essere severa come quella dell’esofagite erosiva, ma i pazienti con NERD rispondono meno alla terapia con inibitori di pompa protonica (IPP) rispetto ai pazienti con esofagite erosiva.

locandina

Se potessimo far confluire al di fuori di noi ciò che ci scarna la mente, che ci opprime, senza avere alcuna conseguenza, cosa accadrebbe? Ci libereremmo, alleggeriremmo, pesando su un nostro simile, come su di una papera, il nostro stomaco, o continueremmo ad essere N.E.R.D.s, complici e carnefici in questa società mentalmente claustrofobica, parto di una, forse, evoluzione darwiniana? Saremmo buoni, cattivi o neutri? Meglio restare passivi dinnanzi alla bugia, o meglio ritrovarci attivi alla verità? La sintesi di questo dubbio lo ritroviamo nella geniale comico-drammatica visione del regista Bruno Fornasari, in N.E.R.D.s sintomi, rappresentata nella prima nazionale il 07 maggio 2015 al Teatro Filodrammatici di Milano.

Davanti ad una scena apparentemente semplice, quattro fratelli al 50° anniversario di matrimonio dei genitori, gli intrecci dati da egoismi, ansia verso il futuro derivante da difficili prese di posizione del presente e sbagli del passato, non mancano.

Il fine, giustifica i mezzi? E se non bastasse una semplice pastiglia per risolvere il bruciore di stomaco, cosa è lecito e cosa no, in una e per una società in cui il benessere psico-fisico è all’apice dell’ipocrita etica umana? Siamo di fronte ad una commedia circolare ma allo stesso tempo contraddittoria; un flusso perpetuo che arranca tra il giusto e lo sbagliato, ciò che possiamo o non possiamo fare.

scritta roteatosa

mi hanno detto di provare a fare un esercizio, devo dire solo la verità per ventiquattro ore. Non ti offendere, è solo un gioco.”

 

 

“ non è il più forte a sopravvivere e neppure il più intelligente, ma sopravvive chi meglio si adatta al cambiamento ”

C.D.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...