I Festival di Genova [Jasmine Molinari-Camilla Masellis]

  • Suq Festival
  • Goa Boa
  • Electropark
  • Circumnavigando
  • Festival internazionale di Nervi
  • NarraNatura
  • Incipit
  • Le Vie dei Canti
  • Actors&PoetryFestival
  • Sea Stories Festival
  • Cine&Comic Fest
  • FuoriFormato
  • Comicity Festival
  • Genova Film Festival
  • Festival dell’eccellenza al femminile
  • Intransito
  • Testimonianze Ricerca Azioni
  • Parole Spalancate 
  • Festival della Scienza
  • La storia in piazza
  • Salone nautico internazionale
  • ArteGenova
  • Euroflora

SUQ FESTIVAL

Un onda di profumi mi travolge, chiudo gli occhi e riesco a percepire le spezie etniche, mi lascio trasportare e….in pochi secondi vengo catapultata in un mercato orientale: sono al Suq Festival di Genova.

Tutto prende vita nel 1999 da Valentina Arcuri e Carla Peirolero, insieme ad altre professioniste creando l’Associazione culturale Chance Eventi, producendo spettacoli , eventi e attività proprio come il Suq Festival. Un Chance per noi spettatori di conoscere e incontrare diverse culture, creando un dialogo tra differenti realtà andandosi ad impegnare anche nella sostenibilità dell’ambiente. È un bazar colorato, ricco di sapori e profumi provenienti da diversi popoli. Si svolge stabilmente a nel mese di Giugno. La prima volta che ci sono stata ero piccola, sono rimasta affascinata dal quel piccolo pezzo di mondo concentrato nella Piazza delle Feste del Porto di Genova. Questo festival ospita 14 cucine etniche (tutte buonissime e particolari da provare!!), 40 botteghe di artigianato e inoltre ospita progetti musicali, teatrali, di cooperazione e d’ incontro con associazioni umanitarie. È il  simbolo di un integrazione tra genti e culture, un bellissimo modo di abbattere i muri della paura e del pregiudizio verso l’altro. Mettono in scena un teatro in cui si mescolano sapori, musica, lingue e artigianato.

GOA BOA

Al Porto Antico di Genova si svolge lo storico festival di musica indipendente: il Goa Boa Festival!
Nella splendida location dell’Arena del mare, artisti affermati ed emergenti si alterneranno sul palco e si esibiscono con le loro canzoni.
L’evento è parte della rassegna ‘Genova Città dei Festival’, viene organizzato a Genova dall’Associazione Culturale Psyco dal 1998, in collaborazione con Comune di Genova, Provincia di Genova e Regione Liguria. L’Associazione Culturale Psyco è stata fondata nel 1984. Alla costante ricerca del nuovo e di protagonisti significativi della musica contemporanea, ha programmato con continuità centinaia di concerti, con e senza la collaborazione di Enti Pubblici e Privati, contribuendo a stimolare la produzione musicale giovanile nella città di Genova. Diverse le collocazioni, che di solito risultano essere luoghi particolarmente significativi per la città: da aree a precedente destinazione industriale e in via di trasformazione alla Fiera di Genova. Il nome stesso del festival lo lega strettamente alla città nativa: “GOA”, Genova, è la sigla dell’aeroporto; “BOA” indica un “passaggio obbligato, meta anche turistica, interessante per nuove generazioni di appassionati e riferimento per il circuito internazionale della musica di qualità”.
Il Goa-Boa da sempre combina musica popolare accanto a quella di nicchia, accogliendo artisti di fama nazionale ed internazionale, ma prestando attenzione anche agli artisti emergenti e locali, facendoli esibire sullo stesso palco con lo stesso impianto e con lo stesso pubblico. Questa iniziativa ha permesso l’affermazione di musicisti della scena genovese, ragazzi pieni di talento e voglia di fare, che salgono sul palco esibendosi al fianco di artisti di rilevanza.

“Ad accompagnare l’atmosfera musicale vi sono diversi stand, posti sempre all’interno dell’arena, che offrono differenti tipologie di street food. Una volta entrati in questo spazio non si ha solo l’opportunità di ascoltare buona musica, ma anche di mangiare e conoscere nuove persone sullo sfondo di una Genova al tramonto.”

ELECTROPARK

Da mercoledì 16 a sabato 19 ottobre a Genova ritorna Electropark, il festival dedicato ai più recenti sviluppi dell’elettronica e della cultura contemporanea. Nato nel 2012 da un gruppo di under 30, nelle precedenti edizioni il festival ha saputo raccontare i nuovi percorsi delle sonorità elettroniche globalivalorizzando nel contempo il ricchissimo tessuto urbano e culturale del capoluogo ligure.

Il fascino della “Superba” è ben rappresentato dagli headquarters scelti per questa ottava edizione di Electropark: il Porto Antico, storico epicentro del commercio e della vita genovese, e il quartiere di Pré, fulcro di quello che con i suoi 113 ettari di superficie complessiva rappresenta uno dei centri storici medievali più estesi d’Europa. Quartiere multietnico per eccellenza, con il 31,6% di residenti nati all’estero (la percentuale più alta tra tutti i quartieri della città), Prè in particolare – dal 2016 cuore pulsante della manifestazione – riflette perfettamente lo spirito di un festival che attraverso la musica e la cultura ha voluto mettere da subito al centro dell’attenzione i concetti di contaminazione, di apertura e di valorizzazione.

CIRCUMNAVIGANDO

Circumnavigando è una manifestazione imperdibile che mette in scena performance circense, urbana e teatro, danza e comicità. Organizzato dall’Associazione Culturale Sarabanda, il Circumnavigando Festival Internazionale di Teatro e Circo nasce a Genova nel 2001, sotto la direzione artistica di Boris Vecchio. Grazie alla partecipazione a progetti europei e agli inviti a forum internazionali come il Focus Circus di Parigi in Francia o la Plataforma Rio 2012 in Brasile, la manifestazione è ambasciatrice di Genova e della Liguria anche all’estero. 

La manifestazione annualmente ha luogo nel periodo natalizio, dal 26 dicembre al 6 gennaio, e presenta un cartellone di eventi dal carattere internazionale, spaziando dal Circo Contemporaneo al Teatro (di figura, di strada), con spettacoli, incontri ed esposizioni. Tra i primi Festival di Teatro di Strada e Circo Contemporaneo sorti in Italia e da sempre in collegamento con le maggiori realtà internazionali, Circumnavigando in diciotto anni di vita è riuscito a diventare punto di riferimento e specchio delle avanguardistiche tendenze europee e mondiali. Di anno in anno vengono presentati nell’ambito della manifestazione spettacoli che riuniscono le migliori discipline circensi con una commistione di generi e stili, nuove arti, nuove generazioni, capaci di catturare un pubblico eterogeneo e che sorprende per la capacità diretta con cui si arriva a una comunicazione unanime e interattiva tra artista e spettatore.

Immancabile per il Festival il Tendone da circo al Porto Antico, al centro dell’Area Mandraccio, accompagnato dalle date in teatro con l’importante collaborazione con il Teatro Nazionale di Genova e il Teatro Sociale Camogli, e a Palazzo Ducale, oltre alle piazze della città che open air ospiteranno gli spettacoli gratuiti aperti a tutti.

FESTIVAL INTERNAZIONALE di NERVI

Dopo il grande successo ottenuto con Euroflora nell’aprile del 2018, Nervi diventa nuovamente palcoscenico per Genova ed è pronta ad ospitare un evento lungo 20 giorni che coniugherà il balletto ad altre forme artistiche.

L’elemento chiave di questa nuova e spettacolare rassegna – che affonda le sue radici nelle eccellenze della storia di Nervi – sarà l’alternanza tra i balletti portati in scena da compagnie di alto profilo della danza classica, i raffinati incontri tra la musica pop e d’autore e le suggestive note dell’Orchestra del Teatro Carlo Felice, e le rappresentazioni di prosa che vedranno protagonisti grandi artisti dello spettacolo.

Il Festival Internazionale di Nervi è un evento fortemente voluto dall’amministrazione comunale, impegnata non solo nel percorso di rivalutazione della splendida location del levante, ma soprattutto nel creare avvenimenti che possano essere di richiamo per i visitatori, turisti e per i genovesi.  La rassegna, nata e promossa dall’iniziativa del Rotary di Genova, si avvale del supporto organizzativo del Teatro Nazionale di Genova.  La programmazione di alto profilo ai Parchi di Nervi proseguirà nel 2020 con la prima edizione del “Festival Internazionale del Balletto”.

NARRANATURA

Al Museo di Storia Naturale “G. Doria” di Genova ha luogo il NarraNatura Festival, una tre giorni di eventi speciali rivolti ad adulti e bambini, con l’intento di sensibilizzare, divertire e far riflettere.
Divulgatori, scrittori, naturalisti, storytellers, attori, documentaristi, musicologi e fotografi narreranno la propria personale visione della Natura, perché dalla narrazione nasce la meraviglia, dalla meraviglia la passione e dalla passione il rispetto e la tutela di un patrimonio sempre più fragile.
Narrare la natura è uno strumento per avvicinare le persone ai suoi aspetti meno noti ed è necessario per far capire quanti elementi leghino tutte le specie viventi fra loro nei diversi ambienti e quanto a volte un equilibrio sia così fragile da avere la necessità di essere preservato.

La prima edizione è stata nel Marzo del 2019 (dal 22 al 24)

INCIPIT

Cos’è Incipit

Incipit è un nuovo festival letterario che si svolge a Genova. Diffuso sul territorio, aiuta le persone a scoprire luoghi inusuali della città, case private e dimore storiche, per stimolare un nuovo sguardo su un mondo in continua evoluzione. Gli scrittori sono i veri protagonisti, ben sapendo che ci si esprime anche scrivendo e leggendo, o annusando i profumi dei libri, del cibo, dei giardini e dei boschi, luoghi mentali e fisici dove un nuovo equilibrio diventa possibile.

La prima edizione (5 – 9 dicembre 2018) era dedicata alla città e a ogni nuovo inizio, una sorta di stimolo alla rinascita dopo la tragedia del ponte Morandi. Infatti le location scelte erano le più varie, molte delle quali nel ponente cittadino e in val Polcevera.

LE VIE DEI CANTI

Dopo trent’anni di canti, partecipazione a festival locali, nazionali ed internazionali per valorizzare e far conoscere il canto di Genova, il Trallalero canto polivocale tradizionale, nasce da questa lunga esperienza nasce l’idea dell’Associazione Culturale Gruppo Spontaneo Trallalero di creare il festival di musica e cultura di tradizione orale Le Vie dei Canti.

Per continuare ad alimentare e percorrere quelle vie che fino ad oggi hanno contribuito a scrivere un simbolico spartito musicale che si può leggere sul territorio genovese, dove sono state create significative reti di scambio culturali e umane dando vita ad  appuntamenti che nel tempo sono diventati punti di riferimento per gli appassionati del mondo della musica di tradizione orale e non solo e che coinvolge sempre più persone creando in molti casi imprese locali diventate fonte di occupazione.

ACTORS&POETRY FESTIVAL

Actors&PoetryFestival, un progetto nato nel 2012. Un mercato dell’attore, una vetrina per attori e autori – performers che tratta la produzione, i contratti, il finanziamento, la visibilità e la distribuzione dei contenuti di intrattenimento. I concorrenti partecipano per vincere contratti con le Produzioni. Actors&PoetryFestival è presente fra i Progetti speciali e i Grandi eventi della REGIONE LIGURIA dal 2013. Il progetto ha lo scopo di condurre alle Produzioni attori, speakers, doppiatori, lettori di audiolibri, autori – performers, video-performers e video makers. Destinatari sono attori (e compagnie) e autori (poeti, autori di testi teatrali, sceneggiatori, registi) professionisti ed emergenti, provenienti dall’Italia e dall’estero.

SEZIONI

Actors&PoetryFestival si articola in cinque Sezioni, più una dedicata agli autori (Poetry), suddivise in Sezioni dal vivo e Sezioni tecniche:

SEZIONE ATTORI: ESIBIZIONE DAL VIVO, DOPPIAGGIO, SPEAKERING, LETTURA AUDIOLIBRI, VIDEO PERFORMERS

SEZIONE POETRY: AUTORI / POETI PERFORMERS, VIDEOMAKERS, SCENEGGIATURA

SEZIONI FUORI CONCORSO: COMBATTIMENTO SCENICO, FOTOGRAFIA DI SCENA, FONICA

SEA STORIES FESTIVAL

il Sea Stories Festival, il primo festival teatrale e musicale dedicato al mare in un nuovo palco nel contesto più magico di Genova, l’Isola delle Chiatte. La manifestazione rafforza così l’incontro e la collaborazione con Porto Antico S.p.A. e la sua rassegna “Estate Spettacolo”, ricca di grandi artisti. Gli appuntamenti spaziano dal teatro alla musica e avranno come unico protagonista il mare con i suoi racconti, i suoni suggestivi, il suo mistero e la sua magia. Agosto è il mese ideale per godersi gli appuntamenti artistici di questo festival.

“Questa proposta di progetto non ha l’ambizione di volersi paragonare a festival nazionali di diverso calibro e portata – spiegano Fondazione Garaventa e Igor Chierici – Il desiderio è di aprirsi alla collaborazione, allo scambio e all’ospitalità conservando la radice innovativa di voler rappresentare sull’Isola delle Chiatte l’intera manifestazione. Una scelta che conferma i pregi di unicità e bellezza pur mantenendo spazi ridotti rispetto ad altri festival e teatri. La realizzazione del festival contribuirebbe a mantenere vivo il fermento artistico in campo teatrale e musicale nella città, garantendo una programmazione di altà qualità”.

CINE&COMI FEST


Cine&Comic Fest, una settimana di incontri e anteprime cinematografiche per un festival dedicato al cinema e al fumetto, esplorando i rapporti tra questi ultimi, le connessioni infinite e le interferenze crescenti fra questi due mondi, attraverso incontri con autori, film in anteprima e molte sorprese. Ancora una volta è il Porto Antico – insieme ad altre storiche location – a fare da cornice al programma nell’ambito della rassegna estiva Genova Porto Antico EstateSpettacolo con tre sezioni specifiche: CineComic Cine&Comic. Ospiti e conferenze indagano il rapporto tra storie disegnate e mondo del cinema,

FUORIFORMATO

Festival internazionale di danza e videodanza, organizzato da Comune di Genova e curato da Teatro AkropolisRETE Danzacontempoligure e Ass. cult. Augenblick, è un festival diffuso,completamente gratuito per il pubblico, rivolto alla valorizzazione dei linguaggi trasversali della danza contemporanea e del dance film.

Un festival trasversale, inclusivo e itinerante che, nel corso delle sue quattro edizioni, ha abitato più location, dal centro alla periferia di Genova, sempre valorizzando gli spazi della città che lo ospitavano.

Due le call aperte ad artisti, compagnie e autori relative alle corrispondenti sezioni del festival – sezione DANZA a cura di Teatro Akropolis e Rete Danzacontempoligure, sezione VIDEODANZA (Stories we dance) a cura di Augenblick – attraverso le quali è costruito ogni anno il programma del festival, attento a rappresentare la molteplicità di linguaggi, approcci, stili, ricerche, poetiche e alle sperimentazioni proprie della contemporaneità. Ad arricchire la programmazione, una sezione performativa extra call a cura di Rete Danzacontempoligure dedicata alle produzioni degli artisti che aderiscono al collettivo.

COMICITY FESTIVAL

Il primo Festival nazionale della comicità a 360 gradi.

Comicity è un vero e proprio osservatorio sulla comicità, per capire assieme cosa ci fa ridere e perché.
Ma Comicity è soprattutto performance live, incontri, contest nazionali, esposizioni e laboratori per esplorare la comicità in tutte le sue accezioni e sfumature.
La prima edizione ha visto cinque giorni di eventi dedicati a tutti, con numerose attività, pensate anche per i più piccoli e per le famiglie.

Vi siete mai chiesti cos’è la comicità?

Forse no. E sicuramente non vi sarete mai chiesti perché ridete mentre ridete. Anche perché sarete stati troppo occupati a ridere per chiedervelo. Meglio godersi una risata fino all’ultimo respiro piuttosto che dirsi: “Oh guarda, sto ridendo, come mai?”. Potrebbe essere però molto interessante provare a chiedersi: “Come mi sento mentre rido?” o anche “Come mi sento subito dopo aver riso? Come sto?”.

È ormai risaputo che ridere faccia bene, alla mente, allo spirito, al corpo. Non crediamo semplicemente questo, ma che ridere faccia parte della vita a tutti gli effetti. Noi siamo anche risata a crepapelle, risata scoppiettante, risata asinina, risata con risucchio, risata sommessa.

Ridere connota l’essere umano esattamente come il pensiero, il linguaggio, il discorso. Siamo e per questo ridiamo − o anche − ridiamo proprio perché siamo. Non crediamo sia mai vissuto un solo essere umano − e ci piace pensare, un solo essere vivente − che non abbia mai riso.

Fare un Festival sulla comicità equivale quindi a fare un Festival sull’uomo, sulla sua profonda e sfaccettata umanità e sulla sua resilienza, espressione alla quale la comicità è legata a doppio giro.

Ridere è vivere. Tutto qui.

GENOVA FILM FESTIVAL

Il Genova Film Festival è una manifestazione cinematografica ligure nata nel 1998, organizzata dall’ Associazione Culturale Daunbailò e diretta da Cristiano Palozzi.

L’obbiettivo del festival è quello di proporre al pubblico un cinema diverso da quello solitamente offerto dai grandi circuiti commerciali. Il cuore della manifestazione sono le due sezioni competitive , dedicate a corto , mediometraggi e documentari: Concorso Nazionale e Obbiettivo Liguria , quest’ultimo riservato ai soli autori nati o residenti nel territorio.

il programma del festival è completato da ulteriori sezioni non competitive, che arrochiscono il dibattito culturale intorno alla settima arte : Oltre il confine , rassegna di approfondimento su una cinematografia internazionale solitamente poco conosciuta nel nostro paese; l’omaggio stabile dedicato a Vittorio Gassman ; Ingrandimenti , la sezione curata da Oreste De Fornari , dedicata alla valorizzazione e riscoperta del cinema italiano.

Importante citare anche le sezioni volte a valorizzare la produzione cinematografica del territorio come Genova per noi: I liguri nel cinema , la liguria come set. Registi , protagonisti e set liguri.

Il Genova Film festival è membro dell’ A.F.I.C. (associazione festival italiani di cinema) , del Comitato di Produzione del Centro Nazionale di Cortometraggio progetto di AIACE in collaborazione con Museo Nazionale del Cinema di Torino e collaboratore dei Nastri d’Argento per la candidatura dei cortometraggi.

tra gli eventi organizzati del Genova Film Festival si citano X_Science : Cinema tra Scienza e Fantascienza, FIDRA – Festival Internazionale del Reportage Ambientale di Arenzano, Ecuador Festival : Cinema.Arte.Cultura e la sezione cinematografica de La Storia in Piazza

FESTIVAL DELL’ECCELLENZA AL FEMMINILE

Festival dell'Eccellenza al Femminile - Porto Antico di Genova
http://www.eccellenzalfemminile.it/

Il Festival dell’Eccellenza al Femminile è la più grande iniziativa di genere in Italia e ogni anno si svolge a Genova nella seconda metà del mese di novembre. 

FEF ha una  sede stabile in centro dotata di uffici e sale, tra cui uno spazio incontri dove, durante l’anno, vengono realizzati convegni, reading, proiezioni e presentazioni di libri.

Il festival è realizzato in collaborazione con: Regione Liguria, Comune di Genova, Provincia di Genova, Università di Genova, Camera di Commercio, Teatro Carlo Felice, Accademia L. di Belle Arti e oltre 20 associazioni locali e nazionali. Collabora con l’Accademia d’Egitto, la Biblioteca di Alessandria d’Egitto, con Istituti di Cultura Italiana di vari paesi europei e nel 2014 con gli Istituti di Cracovia e Varsavia.

Si svolge in giro per la città, tra Palazzi storici come Palazzo Spinola di Via Garibaldi; Palazzo Tursi; Palazzo Rosso; Accademia Ligustica di Belle Arti; Museo di Sant’Agostino; Teatro della Corte; Teatro Modena; Sala Polivalente della Regione Liguria; Cinema Sivori; Centro Culturale Francese; Facoltà di Scienze della Formazione, Palazzo della Provincia, Palazzo Ducale, Teatro Carlo Felice, oltre a locali e ritrovi del centro. 

Lo scopo del FEF è mettere in risalto “l’Eccellenza al Femminile” in ogni campo.  Contribuire alla lotta per i diritti delle donne e abbattere le barriere di genere, ostacolo alla valorizzazione delle capacità, delle professionalità e dei meriti delle donne.

Il festival ha un approccio interdisciplinare “al femminile” attraverso il teatro, il cinema, l’arte e le nuove tecnologie L’ideazione e la direzione sono affidate a Consuelo Barilari, e a cura di Schegge di Mediterraneo.

L’Eccellenza al femminile coinvolge i principali quotidiani d’informazione stampa ed emittenti televisive nazionali e locali, in qualità di mediapartners. Inoltre, il canale di Web Television di FEF programma  gli eventi in streaming.

Il pubblico del Festival è molto vario e in continua espansione, proviene da numerose regioni italiane. Nel 2012 i visitatori hanno superato le 20.000 unità alla Fiera di Genova/SIT (Salone Identità Territoriali) , dove il Festival era presente con la sezione Lady Truck: Imprese eccellenti al femminile.

INTRANSITO

Intransito – Rassegna di teatro Under 35 è una rassegna biennale organizzata da Comune di Genova in collaborazione con Teatro Akropolis, Associazione La Chascona e Officine Papage. 

Intransito intende valorizzare il lavoro di giovani compagnie e di artisti emergenti della scena nazionale che conducono una ricerca nell’ambito delle arti performative.
Ad ogni edizione sono selezionate sei compagnie che nel corso della rassegna presentano il proprio lavoro al pubblico. Una giuria formata da critici e operatori del panorama teatrale nazionale assegna al progetto più meritevole un premio in denaro come sostegno alla produzione.

TESTIMONIANZE RICERCA AZIONI

Testimonianze ricerca azioni, il principale evento pubblico di Teatro Akropolis, è un festival internazionale e multidisciplinare che accoglie ogni anno artisti, studiosi e critici in un ciclo di spettacoli, performance, conferenze, seminari, workshop.

Nel 2019 è finalista al premio Rete Critica.

Il logo scelto è una mandragola, una pianta magica le cui radici hanno sembianze umane. Un simbolo che invita a travalicare i confini, superare i limiti, oltrepassare le definizioni codificate verso nuovi orizzonti di senso e, in questo contesto, per portare avanti nuove riflessioni sull’arte e sulle arti per la scena in particolare.

L’originalità della ricerca, condotta da Clemente Tafuri e David Beronio, direttori artistici di Akropolis, nel 2017 ha portato al riconoscimento ufficiale del Premio Ubu, a cui si aggiunge  la finale del Premio Rete Critica 2019 nella categoria “Progettualità/organizzazione” il cui verdetto sarà annunciato a dicembre.

L’obiettivo è non solo mettere in dialogo il lavoro degli artisti con il territorio con numerose attività editoriali e le possibilità di incontro diretto con i partecipanti alla rassegna ma mettere a confronto le linee di ricerca dei gruppi e dei performer, stabilire, sulla base di una precisa visione artistica che unisce in relazione il nostro tempo con la tradizione, un confronto con le arti dinamiche e i loro linguaggi.

Senza paura, nello spazio protetto del teatro, si guardano in faccia la crudeltà, il vuoto delle periferie, il mistero della morte, il pericolo, l’arte di Egon Schiele, la letteratura di Gabriel García Márquez, il pudore come forma di intimità, la sfida dei numeri da circo, la cecità, la vittoria, la città, le trasformazioni del corpo, fino allo scatenamento gioioso della pizzica.

PAROLE SPALANCATE

Attivo dal 1995, il Festival Internazionale di Poesia di Genova “Parole Spalancate” è la più grande e longeva manifestazione italiana di poesia, con oltre 1600 poeti e artisti intervenuti nelle 25 edizioni fin qui effettuate, 120 eventi gratuiti ogni anno, 11 giorni consecutivi di programmazione e un format esportato in vari Paesi tra i quali Belgio, Francia, Finlandia, Giappone, Germania.

Il Festival presenta la poesia in tutte le sue forme, dai classici alle ultime tendenze, e in rapporto alle altre arti, in particolare musica, cinema, teatro, arti visive.

Oltre alle letture e spettacoli sul palco principale di Palazzo Ducale, il Festival offre eventi in 30 luoghi di Genova e di altre città, con la lettura itinerante del Bloomsday, lettura integrale dell’Ulisse di Joyce in oltre 20 luoghi del centro storico cittadino; con la Notte della Poesia, con le visite guidate dei Percorsi Poetici, itinerari guidati per scoprire Genova con gli occhi dei poeti e degli scrittori; con la sinergia con il festival Voix Vives, due giornate dedicate ai poeti del Mediterraneo in collaborazione con l’omonimo festival di Sète (Francia); con le attività della piattaforma europea Versopolis, con le proiezioni di Poevisioni, dedicata al rapporto fra cinema e poesia; con le conferenze della Ricostruzione poetica dell’universo, incontri con creativi, scienziati, artisti su possibili scenari futuri; con le numerose mostre tematiche, con le iniziative Poeti Dentro dedicata ai detenuti degli istituti liguri e di altre regioni; e Ho visto una voce! inerente la Poesia in Lingua dei Segni; “Poesie gelate“, itinerario del gusto con abbinamenti tra poesia e gelati; con il Salone dei Resilienti dedicato agli editori e riviste di poesia.

FESTIVAL DELLA SCIENZA

E' partita l'edizione 17 del Festival della Scienza
http://www.festivalscienza.it/site/home.html

Il Festival della Scienza è un punto di riferimento per la divulgazione della scienza. È un’occasione di incontro per ricercatori, appassionati, scuole e famiglie. È uno dei più grandi eventi di diffusione della cultura scientifica a livello internazionale.

Dal 2003, anno della sua fondazione, ha inaugurato un nuovo modo di parlare di scienza, ponendo la ricerca e gli scienziati al centro di un confronto aperto e libero da un approccio accademico e facendo
conoscere a milioni di non addetti ai lavori la meraviglia della scienza.


Il Festival della Scienza ogni anno si propone di abbattere le barriere fra scienze dure, naturali e umane, facendo sì che la ricerca si possa toccare, vedere e capire senza confini.
Grazie al suo variegato programma fatto di oltre 300 eventi tra incontri, laboratori, mostre e spettacoli, riesce a soddisfare un pubblico molto ampio.

Una vera festa della scienza in cui tutti, ospiti e pubblico, si sentono a proprio agio e parte di un’unica grande comunità.

Un festival di tutti, ma soprattutto un festival di giovani e per i giovani. Ogni anno oltre 500 giovani, prevalentemente studenti universitari, dopo un’accurata formazione, diventano mediatori, accompagnatori e promotori del festival accogliendo e guidando il pubblico con competenza ed entusiasmo.

Giovani che accolgono altri giovani e giovanissimi: oltre 200.000 visite di bambini e ragazzi che, accompagnati da insegnanti e genitori, hanno l’opportunità di accostarsi alla scienza e ai temi dell’innovazione con
modalità complementari a quelle della scuola.

Una manifestazione con un intrinseco carattere internazionale, con centinaia di ospiti stranieri che partecipano con entusiasmo, ma anche intimamente legata a Genova e alla regione Liguria. La città apre le porte dei suoi palazzi storici, musei, luoghi d’arte e offre le proprie piazze e strade per incontri e spettacoli. Genova si anima con occasioni diverse di scoperta, conoscenza e valorizzazione, e le famiglie stesse rinnovano la tradizione di ospitalità dei Rolli genovesi organizzando cene a cui partecipano gli ospiti
del Festival.

Grazie al sostegno dei suoi molti partner istituzionali, pubblici e privati, il Festival della Scienza è un sistema che di anno in anno evolve e si rinnova. Negli anni è diventato un appuntamento fisso nel calendario dei grandi eventi culturali nazionali ed europei, suscitando l’interesse crescente dei media locali e nazionali.

LA STORIA IN PIAZZA

La X edizione de la Storia in Piazza, a cura di Luciano Canfora con Franco Cardini, indaga il concetto di Utopia:

parola malvista, insultata, talvolta considerata ridicola ma sopravvissuta nei millenni. Forse per una ragione sostanziale e cioè che il nostro spirito creativo non può prescindere da obiettivi apparentemente lontani anche perché un obiettivo lontano, che si sposta con l’orizzonte, è alimento di energia e di realizzazioni concrete.

Come sempre, una particolare attenzione verrà riservata al mondo della scuola e alle famiglie con un programma ad hoc per esplorare l’Utopia: letture, laboratori, lezioni e progetti a cura delle scuole, con la convinzione che ci si possa appassionare alla storia ad ogni età.

Quattro giorni di incontri, dialoghi, reading, mostre, laboratori: la storia per tutti.

SALONE NAUTICO

Un legame indissolubile da 59 anni quello tra Genova e il Salone Nautico.
Un legame che racconta la storia, la passione, il futuro del mare.
Lo stesso mare che attira persone ed esperienze e le unisce all’evoluzione della nautica.

Il Salone più visitato del Mediterraneo ha accolto anche quest’anno gli operatori del settore e gli appassionati del mare a Genova, la Città della Nautica, dal 19 al 24 settembre, con un’offerta espositiva completa e ricca di attività, eventi speciali e momenti dedicati allo sport, per vivere in prima persona un’esperienza a 360° e conoscere le ultime novità della nautica internazionale.

La 59esima edizione ha confermato il format vincente del 2018: un Salone multispecialista, un evento che è contenitore di 4 Saloni, assolutamente complementari e, nello stesso tempo, caratterizzati da una propria identità: non divisione, ma apertura, un’estensione del punto di forza del Nautico di Genova, ovvero quello di un evento trasversale, con profonde verticalità che definiscono un rapporto identitario di 1 a 1 con ogni singolo operatore e visitatore.

L’offerta si articola in un Salone TechTrade dedicato alla componentistica e agli accessori, un Salone della Vela (Sailing World), un Salone del mondo del fuoribordo (Boat Discovery) e un Salone con area Yacht e Superyacht.

Il nuovo Urban Wall ha accolto gli espositori e i visitatori nella “Città della Nautica”: 1.500 metri quadrati di superficie per un benvenuto speciale al mondo della nautica e agli appassionati riuniti per sei giorni al Salone Nautico a Genova.

Forte della crescente richiesta di maggiori spazi espositivi, il Salone Nautico a Genova si è affermato come l’appuntamento più rappresentativo dell’eccellenza del Made in Italy e ha offerto il miglior panorama in termini di layout e servizi a pubblico ed espositori, con oltre 200mila metri quadrati tra terra e acqua a disposizione dei quasi mille espositori presenti e di visitatori e appassionati.
Il concept “La Città della Nautica” è, innanzitutto, un inno al Made in Italy e alle eccellenze del nostro Paese.

ARTEGENOVA

Nel 2019 ArteGenova ha festeggiato la Quindicesima Edizione.

Un traguardo importante raggiunto con la professionalità e l’esperienza che da sempre contraddistingue N.E.F. srl, azienda leader nel settore. Quattro giorni all’insegna della cultura e dell’investimento nell’arte attesi ogni anno da un numero considerevole di operatori, visitatori, investitori e collezionisti provenienti da tutta Italia ma anche dall’estero.

Più di 150 gallerie offriranno a tutti gli appassionati una antologia di opere come sempre di altissimo livello.

Sarà così possibile passeggiare tra assoluti e intramontabili capolavori dell’arte quali: Accardi, Afro, Arman, Baj, Balla, Boetti, Burri, Carrà, Christo, Clemente, De Chirico, De Pisis, Dorazio, Fontana, Guttuso, Haring, Hartung, Klee, Magritte, Mathieu, Matta, Morandi, Picasso, Pistoletto, Rosai, Rotella, Santomaso, Sassu, Schifano, Sironi, Soffici, Soldati, Tamburri, Vasarely, Vedova, Warhol, Wesselmann e molti altri, fino ad approdare all’arte di attualità e alle inedite sperimentazioni degli artisti contemporanei racchiuse nei video, nelle installazioni, nelle fotografie o in una performance dal vivo.

EUROFLORA

Eleganza, prestigio, bellezza. Sono le note di stile che raccontano Euroflora da oltre 50 anni. La più spettacolare delle manifestazioni floreali d’Europa ritorna, nel 2021, ai Parchi e ai Musei di Nervi, a Genova per regalare ai visitatori un’esperienza unica. Grande protagonista la natura, in tutte le sue forme.

Collezioni, rarità e nuove tendenze

Il fascino di esemplari straordinari, di collezioni rare e di proposte per un uso del verde sempre più a misura di città, sostenibile e legato alle specificità dei territori inseriti armoniosamente in un progetto scenografico, sarà la cifra di questa 12^ edizione. Dalle opere di land art ai grandi concorsi tecnici ed estetici, dai sorprendenti giochi d’acqua alle rarità in mostra, ogni aspetto di Euroflora regalerà a grandi e piccoli un’esperienza indimenticabile, tutta da vivere.

Esemplari dalle magnifiche colorazioni, audaci geometrie floreali, opere d’arte e fascino esotico in un contesto suggestivo come i Parchi e i Musei di Nervi. Euroflora 2021 si preannuncia un viaggio di rara bellezza, dove stupore e meraviglia vi accompagneranno tra giardini incantati e incomparabili viste sul mare.

Numeri e Riconoscimenti

Euroflora, già riconosciuta dagli organismi internazionali di settore, è il palcoscenico più autorevole per florovivaisti, paesaggisti, regioni e comuni italiani, eccellenze imprenditoriali del settore e Paesi Esteri. Dal 1966 – anno della prima edizione – a oggi sono 6.770 gli espositori provenienti da ogni parte del mondo che hanno preso parte a Euroflora. In undici edizioni sono stati oltre 5 milioni e mezzo i visitatori della manifestazione e più di 6.300 i concorsi tecnici ed estetici ai quali hanno partecipato migliaia di floricoltori e florovivaisti.

Sostenibilità

Il rispetto per la natura e l’ambiente, la valorizzazione della biodiversità, la tutela del paesaggio e la sostenibilità sono valori essenziali di cui Euroflora si fa portavoce. Nel magnifico contesto dei Parchi di Nervi il rapporto uomo-natura diviene una responsabilità da coltivare e affinare edizione dopo edizione, animati dalla volontà di essere in perfetta sinergia con il patrimonio più prezioso: il nostro Pianeta.

FRASI dei TESTI – Camilla Masellis

SEI PERSONAGGI IN CERCA D’AUTORE – Luigi Pirandello

Dramma dell’incomunicabilità… La difficoltà di essere quello che si è o di essere visti per quello che si è.

OGGETTO
Immagine anamorfosi

LA LOCANDIERA – Carlo Goldoni

Chi fugge non può temer d’esser vinto, ma chi si ferma, chi ascolta, e se ne compiace, deve, o presto, o tardi a suo dispetto cadere.

OGGETTO
boomerang

FRASI dei TESTI – JASMINE MOLINARI

“Aspettando Godot” Samuel Beckett

Dramma teatrale che mostra la nostra vita come un continuo rimandare….precludendoci la fuga dalla monotonia, finiamo poi per renderci conto che non abbiamo davvero vissuto appieno, ma abbiamo sempre aspettato.

“Sabato, domenica e lunedì “ Eduardo de Filippo

Eduardo de Filippo dipinge il quadro della famiglia italiana degli anni 60 nella quale noi lettori, ancora oggi, possiamo riconoscerci. Dietro l’apparente facciata della perfetta famiglia però si cela una rottura. A  ricongiungere i pezzi della coppia non sarà l’amore per i figli o per l’idea di mantenere la famiglia solita per il ben apparire nella società, ma l’amore e il rispetto reciproco.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...